VUOI AGGIUNGERE UNA VOCE?

 

-I-

 

Iada gradì: mi piacerebbe, gradirei (Es.: ddu scisi ca m'iada gradì ua bella perra de proceddu oi a prandi?; lo sai che per oggi a pranzo mi piacerebbe una bella porzione di maialetto arrosto?) (Segnalazione di su peccau)

Icramila: succhiala (Es.: icramila sa dodda brutta troia!; succhialo il cazzo brutta troia!) (Segnalazione di dorgali brodo)

Iffundere su biscotteddu: Bagnare il biscottino (es.: Beni chin megus ca iffundo su biscotteddu! ; Trad.: Vieni con me che bagno il mio biscottino! (tipica frase nulese significante il gesto di fare l' amore) ) (Segnalazione di twirko & alcatraz )

Illeriau: matto. Modo di dire a un amico che si comporta da rincoglionito (Es.: bi chi ses illeriau!; vedi che sei matto!) (Segnalazione di Rokhyj)

Illiscigare: scivolare (Es.: cancu ti n'de esciene sos oggios,illiscighiese supra de issos e ti trunchese su coddu; che ti escano gli occhi, scivoli sopra di loro e ti tronchi il collo) (Segnalazione di sanderundà)

imbelosu: dicesi di persona logorroica e pesante (es.: Cazzu Nig˛! bi chi ses imbelosu! cagliadi unu pagu! ; Trad.: Cazzo Nicola!guarda che sei veramente pesante,stai un poco zitto! ) (Segnalazione di Pittanu & Baralla) 

Imbidai: infilare il dito nel culo della gallina per vedere se e' pronta a covare (Es.: imbida sa pudda po bi chi potta s'ou; infila il dito in culo alla gallina, per sapere se e' pronta a covare) (Segnalazione di paolo)

Imboddiccau in foll'e mutta: incartata con foglie di mirto! Modo di dire che sta per "ti piacerebbe..." (Es.: -Oh Nenno, t'arregallu sa macchina!-. -Ma diaderusu??-. -Eia, imboddiccara in foll'e mutta!!; -Ehi nenno, ti regalo l'auotomobile!-. -Dici sul serio?-. -Si si, ti piacerebbe!!-) (Segnalazione di mirylauale)

Imboriggu di mestha: involtino di merda (es: mi pari un imboriggu di mestha - trad: mi sembri un involtino di merda) (ringraziamo hammond)

Imborria: sperma (Es.: Isu cazzu m'hai pienu tuttu l'imbiriggu d'imborria; ma sta piu' attento che pocanzi durante l'eiaculazione m hai riempito tutto l'ombelico di sperma!) (Segnalazione di Diaboliko)

Imbreaghèra o Imbriaghèra: Ubriachezza, sbronza. (es.: Ohh compà, appo una namusu imbreaghara più manna è a mie, pienami un'attera tazza de birra,o de inu. ; Trad.: ohh compare, ho per così dire una ubriachezza più grande di me, deh, riempimi un'altra tazza di birra o di vino. ) (Segnalazione di ominesensuale )

Imbreaghèra a zuppa: Sinonimo indicante uno stato di sbronza solenne... Vedi anche Munincone. (Segnalazione di Pinuccia)

Imbrenucone: inginocchione, pompino (Es.: fachemi unu imbrenucone malittu e puttana; inginocchiatti e fammi un inginocchione maledetta puttana) (Segnalazione di dorgali brodo)

Imbriagu de pani tostau: letteralmente "ubriaco di pane duro", va rivolto a chi riesce a perdere totalmente il lume della ragione, seppur in seguito a eventi minimamente traumatici. (es.: ma ses imbriagu ed pani tostau? - trad.: ma sei rincoglionito?) (ringraziamo Peppixeddu per la segnalazione)

Imbrosinada: Caduta. (es.: Pompia cussu pizzinneddu, itte imbrosinada ha fattu! ; trad.: Guarda quel ragazzino che caduta che ha preso!) (Grazie a boelleddu)

Imbuliga gazzus: Letteralmente: "avvolgi peni" Es: CV'ha una bucca po imbuliga l'i gazzi - Trad: hai una bocca talmete grande che puoi avvolgere il pene (Segnalazione di Sassarazzo)

Imbulverito: scombussolato, semiubriaco, semincosciente (Es.: 1) Ma ta cazzu teisi?! Mi parrisi tottu imbulverau!!! 2) Ma itta cunnu ti sesi imbulverau?; 3) Appu biu unu tippu tottu imbulverau cazzu!. Trad. 1) Ma che cazzo hai?! Mi sembri tutto stronato!; 2) Ma che figa ti sei rincoglionito?; 3) Ho visto un tipo tutto ubriaco!) (Segnalazione di Pie 182)

ImburchinÓi (imbrunconai nella zona ogliastrina o anche imbruscinai) : cadere (es.: Marieddu non currasta de aicci ca a si nunca imburchýnasa e ti (leggi ri) segasa sa conca e is cambasa; Marietto non correre cosý veloce: rischieresti di cadere e, di conseguenza, di romperti la testa e le gambe)

Immarriu: Stanco (Es.: pobiddu meu este immarriu e mortu; mio marito e' stanco morto) (Segnalazione di Prinz)

Immoi giai mi dai motta!: letteralmente: ora me l'hai uccisa! Dicesi quando una panzana diventa troppo grossa per essere creduta - Es: Tore: cittidl ca appu biu a chicchinu in motocicretta po pagu ha fattu tottu s'azziada de via roma a una roda, fia fendi minimu centu!!! efisio:ehhh immoi giai mi d'a motta! - TRAD: Tore: stai zitto, che ho visto il piccolo francesco in moto che percorreva la salita di via Roma impennando la ruota anteriore ad una velocit` che sicuramente rasentava i cento km orari! Efisio: esagerato...(grazie a morcuda e giorgio)

Impappai: inserire il glande nella vagina. (es.: Itta na' ca mi dia bolli impappai cussa pivella! - trad: vorrei tanto fare all'amore con quella donna!) (grazie a cannuga)

Impastu: impasto, solitamente viene chiamata così l'amalgama ottenuta miscelando l'hashish con il tabacco. (es: ma ta cazzu e impastu asi fattu?? custu esti pren'e caccolasa! m' ari abbruxiau sa gola! conch'e gazzu! ti da fikku in mes'e su culu custa cazz'e canna! - trad: hey! che tipo di impasto hai fatto!? è pieno di hashis non squagliato bene! mi ha irritato tutta la gola! sbadatello! te lo faccio ingoiare questo spinello!) (ringraziamo SuDrumm3r)

Imperai: usare (Es.: oh Nenno fezzimmiddu imperai a mei cussu Zippinu 'ca ri fatzu biri cummenti si sgommara; oh Nenno fallo usare a me quello zip piaggio che ti faccio vedere come si sgomma) (Segnalazione di kekkixeddu)

Impestau: appestato-o colui che è assai bastardo e che porta dietro di se una scia di malattie tipo peste (es.: o burdu ma itta nasa che ses'impestau... - trad.: o bastardo, ma cosa dici che sei appestato? .) Grazie a sesto miglio per la segnalazione.

Impiccabàbbu: Noto modo di chiamare amichevolmente gli abitanti Sassaresi. (es.:Tui sèsi un impiccabàbbu! ; Trad.: Tu sei un Sassarese!) (Segnalazione di Riz)

(s') Impiggu: Lett. l'impiccagione, in senso lato, situazione triste o spiacevole. (es.: Cazzu e poggu semmu andendi pianu! pari chi semmu andendi all'impiggu! ; Trad.: Caspita quanto siamo lenti, sembra di andare all'impiccagione! ) (Segnalazione di Arricciammerda)

Impis: INPS (Es.: Oh, Giancarlo, sesi andau a s'impis po controllai is markettasa? poitta aicci rindi bogasa de mesu as iscallonisi!; Giancarlo, per caso ti sei recato all'INPS, per informarti dei tuoi contributi versati? E'ora tu ti riposi!) (Segnalazione di Fuschiello Siculo)

ImporrÓdu: Arrapato. (es.: CÓntu s˛ imporrÓdu!!! ; Trad.: Quanto sono arrapato!!) (Grazie a Camacho)

ImporcodiÓu: imporcodiato (N.d.r. dovrebbe essere incasinato) (Es.: ieo so diaderusu imporcodiau!; oggi sono veramente imporcodiato!) (Ringraziamo John Bretella per la segnalzione)

ImprosÓre: Blandire, corrompere, fare il lecchino con qualcuno. (es.: "Minca, l'hai  visto Piero improsandosi quella di matematica?") Grazie a Seme

Impruscinare: sfregarsi (Es.: 'Lassa perdi, con mei non ci bessi nudda (inpruscinendi in discoteca al K2)'; 'Anche se ti sfreghi e appoggi, con me non farai niente' (lett: 'Lascia perdere, con me non riuscirai a fare niente (sfregandosi nella discoteca 'K2')) (Segnalazione di Alex)

In tempor de ghèrra cada bucu est trincea: Durante la guerra ogni pertugio rappresenta una trincea. (es.: Pro esser lezza er lezza ma , comente si nata, in tempor de gherra cada bucu est trincea... ; Trad.: Pur non essendo una persona di bell'aspetto rappresenta comunque un sicuro e caldo approdo.......) (Ringraziamo Aieie Brazzo per la segnalazione)

Incastronau: incastrato nella "fregna" (es.: Oi Giggettu no bessiri poitta candu si poniri a coddai cun sa fregna e cosa sua, sinc'incastronasa e non c'arrennescisi prusu and'i stuppai afforas'a ! TRAD: Oggi GiGi non esce con noi perché quando sta scopando con la sua donna si incastra e non riesce più a venirne fuori. (Ringraziamo zigulý per la segnalazione)

IncazzÓu: arrabbiato (es.: oi seu incazzÓu niŔddu poýtta no seu arrennŔsciu a coddÓi cun sa pivella mia: oggi sono arrabbiato percheĺ non sono riuscito ad avere rapporti sessuali con la mia fidanzata)

Inchi t'arroghidi sa dustizia: che la giustizia ti facia a pezzi (Es.: ma no du bisi ca asi sballiau? Inchi t'arroghidi sa dustizia; ma non vedi che ai commesso un errore? Che la giustizia ti faccia a pezzi) (Segnalazione di paolo)

Inchigiristau: nervoso. (es.: seu inchigiristau comenti na torinna in is arrezzasa!! - trad.: sono nervoso come un tonno nella rete!) Ringraziamo sa stria per la segnalazione.

Inchisiu: fuori di sé, sballato. ES: Oh socio me lo gremmi lo spino ca seu tottu inchisiu?? - TRAD: Oh socio me lo squagli lo spinello che sono tutto storto? (grazie a Oliooh per la segnalazione)

Incicciatu: Sballato. (es.: M'àggiu fummatu un cannoni e m'ha incicciatu!!! (Linga viddaeccesa) ; Trad.: Ho fumato una canna e mi ha sballato (Dialetto gallurese)) (Segnalazione di Boon 76)

Incruba: inclinarsi di 90 gradi in modo da poter ricevere o essere utilizzato per scopi sodomiti o transessuali. Sostitutivo anche del famoso saluto:"sa pizza!". Es: incruba ca immoi ti fazzu intendi su fragu de su sambiri! TRAD: inchinati, che ora ti farò assaporare l'odore del sangue (Segnalazione di xhuanne)

Incungiai (o incungiare): nascondere, imboscare (Es.: O Fisineddu, incungia sa gremma ca est arribendi sa giusta!; O Fisineddu, nascondi la sostanza stupefacente che le forze dell'ordine sono in arrivo!) (Segnalazione di kasteddaiudoc)

Indortigateulasa: incurva tegole: antico strumento usato dai muratori dell'entroterra di cui si sono perse le tracce, anche se ancora oggi molti manovali poco svegli lo cercano invano (Es.: Mastru e muru a su maniale: 'Bae e apporrimi s'indortigateulasa chi este in zosso; Muratore al manovale: 'Per favore, allungami l'incurva tegole che si trova nel piano sottostante' (molto spesso capita che il manovale furbo con la scusa di cercarlo non si fa vedere per tutta la giornata lavorativa)) (Segnalazione di Mostro Joe)

IndrommigÓu: Cazzo addormentato. (es.: TŔnzo sa minca indrommigÓda, non pozzo coddare! ; Trad.: Ho il cazzo addormentato non posso scopare!) (Grazie a Koddator.)

InfogÓu: Eccitato, "preso" (es.: Oh, d'asi býu a Marianeddu, ari býu cussa pivella e s'esti infogÓu mera, per˛ ari pigau custa passar' 'e merda... ; Ehi hai visto il piccolo Mariano, ha visto quella signorina e si Ŕ subito eccitato, anche se il suo approccio non ha avuto buon fine...) (Segnalazione dell'Artificier Pablo)

Infoxiau: sporco (Es.: castie a fillu tu! Esti tottu infoxiau!; guarda tuo figlio, è tutto sporco!) (Segnalazione di Scoffau)

Infroddonari: compiere atti impuri (Es.: lampu! Anca mi dia a bollere infroddonari ai cudda porcona; fulmine! Come vorrei compiere atti impuri con quella grande suina) (Segnalazione di Lupin Arrettu)

Infrusada: frustata (Es.: "la ghi ti zaccu un'infrusad''e minca in bucca!"; "guarda che ti d˛ una frustata di pene in bocca!") (Segnalazione di Pillittu)

Infurràda: scopata. (es: a zi ra vemmu un'infurradda calurosa d'affettu marabigliosu? - trad: ci facciamo una scopata calorosa d'affetto indimenticabile? )(ringraziamo biagetty)

In gana de faghere: voglia di coddare (Es.: oe soe in gana de faghere; oggi ho voglia di coddare) (Segnalazione di satoka)

Inghittiri: ghinga (Es.: ti zaccu un inghittiri a s' origa; ti do una ghinga all'orecchio) (Segnalazione di Spaccatroddiu)

IngiogazzÓu: giocoso, scherzoso (es.: o Nenno!, Non ingiogazzarmi il cane che poi mi tocca fermarlo a scupettate!; Giovanni, non mettere in gioco il cane, se no sar˛ costretto a sedare la sua foga a fucilate)

Ingolfau: ingolfato (Es.: ceee oh s'attra dì appu ingolfau su zipixeddu..; oh l'altro giorno ho ingolafato il mio motociclo piaggio zip) (Segnalazione di Alby)

Ingraidare: mettere in cinta. (es: ari seru appo ingraidadu mamma tua ! - trad: ieri sera ho messo in cinta tua madre!) (Grazie a diddo-spozy per la segnalazione)

Ing¨rtiri: Inghiottire (grazie Giuseppe)

In mixìnasa: in medicine (Es.: la cassiera dà resto in meno e il cliente risponde "in mixinasa" augurando implicitamente una prossima malattia e quindi lo spendere i soldi non resi in medicine; "che tu li possa spendere in medicine") (Segnalazione di rabasadu)

(mi) Innandu: Me ne vado. (es.: Picciò, deu pòngiu in motu su motori de sa macchina mia e mi innandu... ; trad.: Ragazzi, metto in moto il motore della mia auto e me ne vado...) (Segnalazione di Otrebor Irattac)

Innibau: Voce del verbo innibare: nascondere, appropriarsi di qualcosa. (es.n.1: Oh, ma tÓ ri sesi inibau? lÓ chi no ri deppu attreppai! - es.n.2: Minca, mi seu innibau su telefoninu de cussu jollone de... - es.n.3: Oh io mi innibbo che se mi cassa mio babbo min'ci ghettara in s'alliga - Trad n.1: caro amico, ti sei per caso nascosto? stai quieto, non voglio fare a botte con te! - Trad n 2: accidempoli, ho preso per sbaglio il cellulare di quel simpaticone di... - Trad. n3: caro amico, io mi nascondo poichŔ se mi dovesse vedere mio padre mi sgriderebbe.) (un grazie a casteddx per questa segnalazione articolata)

Innogge voggia e nuge non ne oggio ca mi noggede: letteralmente "qui foglia di noce non ne voglio perchŔ mi nuoce ". E' uno scoglilingua tonarese, meglio se detto dopo 12 bicchieri di fil'e ferru! (grazie a nanneddhu)

Innoramàla: In malora. (es.: Itte ghèrese? Inài? Ma ba' innoramàla, bài! - trad: Cosa vuoi? Soldi?? Vai in malora! ) (ringraziamo Andre)

Innorabòna: alla buonora - augurio. (es.: Vai innorabona, fizzu meu! - Buona fortuna, figlio mio!)(ancora Andre)

Inpinnýu: Peloso in pubertÓ. (es.: No sŔsi nemmÓncu inpinnýu 'tzýa ti c˛ddidi dý!!! ; Trad.: Non sei neanche peloso in pubertÓ, che la giustizia faccia all'amore con te!!!) (Grazie a Lombricolombarbagianni.)

InsuÓu: Erezione incontenibile. Simile ad  'arrettu' ma con effetti molto pi¨ accentuati e con voglie e istinti animali; Erezione incontenibile con voglia animale di infilarlo da qualche parte (es.: - Seu insuau!  - Ita sesi insuau!?  ; Ho il pene lungo e duro come il marmo! PerchÚ hai il pene in una erezione esagerata?!) Ringraziamo Giggeddu per avercela segnalata

Inta: iniziativa (Es.: d'ant onadu s'inta de candu fit minoreddu.. e issu s'est pessau male..; gli hanno dato l'iniziativa sin da quando era piccolo .. ed è cresciuto male..) (Segnalazione di andrea)

In tempu de carestia dogna stampu esti galleria: durante un periodo di lunga astinenza sessuale i canoni estetici di giudizio si abbassano (Es.: Giggè: "O Nenne, là ca cudda femmina non è bona mancu po' camba de 'n impiccau!". Nenne: "O Giggè, frigarindi tui, ca in tempu de carestia dogna stampu esti galleria!"; Luigi: "Giovanni, nota con attenzione che quella ragazza probabilmente non corrisponde ai tuoi gusti!". Giovanni: "Luigi, non preoccuparti per me, ché durante un periodo di lunga astinenza sessuale i canoni estetici di giudizio si abbassano!") (Segnalazione di Quarkonio)

Intendo: sento (Es.: con Nintendo non t'intendo; con Nintendo non ti sento) (Segnalazione di FrAnZ di Giave)

In terra moddi: nella terra morbida, appena mossa (Es.: durante un alterco: "in terra moddi accabisi!"; "che tu possa finire immantinente accolto (sepolto) da terra morbida". Praticamente un augurio di pronta dipartenza.) (Segnalazione di toniccu de lanuse')

InterrÓu: sotterrato, carcerato (es.: candĺÓppu a m˛rri, bollu essi interrÓu in d˛mu; quando morir˛, voglio che mi sotterriate dentro casa)

Intijo: Definizione di spinello usata nel sinnaese. (es.: Passamì cuss'u cazz'è intijo! ; tradò.: Passami quel cazzo di spinello) (Segnalazione di Marongiu)

IntrallazzÓu: personaggio che ha le mani in pasta in qualche vicenda o situazione.

IntrallazzŔri: persona che imbastisce intrallazzi, ruffiano (es.: ses' intrallazzau cun cussa picciocchedda bona?:; hai delle tresche con quella ragazza carina?)

Intraminci in cu' e bessimindi arricciau: entra nel mio deretano e esci con i capelli ricci (Es.: nara oh bruttu rontu intraminci in su cu' e bessimindi arricciau; dimmi oh brutto scemo, entrami nel sedere e esci con i ricci!!) (Segnalazione di ih_tiarrori)

Intramindi in cu ca t'inci cabu a Seddori: mettimi la faccia in culo che che ti porto a Sanluri. Si utilizza quando si ha qualche discussione un po' accesa, quindi per invitare l'altro a farsi da parte. (Segnalazione di mauro)

Intra minke in culu: entramene in culo. Detto tipico di Orosei (Es.: su zilleraiu a su cumpanzu 'e militare: "Tando itte ti kumbito a buffare? nudda? e tando intra minke in culu!; il barista al vecchio amico da militare: "Allora, cosa ti offro da bere? Nulla? e allora entramene in culo) (Segnalazione di Joe Popper)

Intraminculu: curioso, che non si fa i cazzi suoi. (es.: "O intraminculu, a ti ke pesas dae sos cojones!" - trad: "Curiosone, per favore potresti discostarti dai miei genitali?") (ringraziamo Bissente)

Intrànci: entraci!. Esclamazione colorita udita in occasione di un animato alterco, usata come risposta a un'offesa o sberleffo. (es.: "Ascù, intramìnci in culu e bessimìnci in Africa!!!" ; Trad.: "Senti un pò, entrami in culo ed esci nel continente nero!!!"(...parabonzi, ponzi, pò).) (Segnalazione di Zieddu)

Intrare: entrare (Es.: mincia 'e molente chi d'intrede..; speriamo che ti entri il pene dell'asino) (Segnalazione di giginu)

Intrebigau: arroventato (Es.: <Sa sposa, accostia innoi ca pottu su concheddu tottu intrebigau!>. <Pottau su cotteddu in sa braxia e s'esti tottu intrebigau!>; <Dolce fanciulla, avvicinati qui che al momento il mio glande è seriamente arroventato!>. <Avevo il coltello nella brace e si è arroventato!>) (Segnalazione di Kaki Rosso)

Inzà: allora? Forma Cagliaritana sincopata per " e inzandusu?". Vedi anche "e tandho" (in logudorese) (Seme rules!!!)

Inzuau: odore di figa purescia, puzza. (es.: : Nu ollu prusu coddai, teisi fragu de inzuau! - Trad: non voglio pi¨ fare l'amore, hai odore brutto (tipo mestruale) nella figa!) (ringraziamo Totti per averci messo a disposizione i suoi appunti di quando studiava a Oxford!!!)

Inzufulare: trombare. (es.n.1: Stasera deppu inzufulai - es.n.2: Cussa porca bolliri scetti inzufulai - es.n.3: oh, sa pivella mia Ŕ totta accallonara...no bolliri inzufulai - Trad. n.1: stasera devo bagnare il biscottino - Trad. n.2: Quella porca vuole solo coddare - Trad. n.3: che strano, la mia dolce metÓ Ŕ un p˛ stupida...non vuole fare all'amore con mŔ) (ancora grazie a casteddx)

Ippasia: ingente quantità (es.: l'althru manzanu a lu maschaddu di lu besciu, aggiu visthu una ippasia di zarrettu ; Trad.: l'altra mattina al mercato del pesce , ho visto un ingente quantita'di zerri) (Segnalazione di claudio)

Irbania: Troia (es.: Sèse una irbania! ; Trad.: Sei una ragazza facile!) (Segnalazione di Battona...)

Irfilikitare: pettegolare. (es: O Puddas ite sezzis irfilikitande? - trad: O gentil donne, su cosa verte la vostra discussione?) (ringraziamo Nugoresu per la segnalazione)

Iri sero manzanu: Lett.: Ieri sera mattina. Utilizzato a Sedilo per indicare la mattina del giorno precedente. (es: Iri sero manzànu fui andande a iscola ma seo devviu torrare issegusu ga m'es pigada sa cagaredda... ; Trad.: Ieri mattina stavo andando a scuola ma ho dovuto fare un veloce rientro a casa poichè mi è presa una leggera punta di cacarella...) (Ringraziamo Zuffy per la segnalazione)

Irmuzza: spermata (Es.: l'appo irmuzza a cossas; l'ho sborrata nelle coscie) (Segnalazione di Gmdorgali)

Iscafalèddu: Piccolo scafale. (es.: M'appo coddàu cussa giovane in pizzu e s'iscafale e appo rovesciàu tuttu a terra... arrazza 'è casinu! ; Trad.: Ho fatto l'amore con quella ragazza sopra lo scafale ed ho rovesciato tutto per terra... che gran casino!) (Segnalazione di Peter Pan.)

Iscannaculadu: rotto nel culo (Es.: mi parese una bagassa iscannaculada; mi sembri una puttana rotta nel culo) (Segnalazione di Aldena)

Iscarralzàre: Alzarsi dal letto dopo aver dormito tanto. (es.: Ajò a t'inde iscarràlzasa da su lettu bruttu pudidu!!! ; Trad.: E' giunta l'ora di alzarti dal letto tesoro!) (Ringraziamo Nico per la segnalazione)

Iscartarau: rotto, ammaccato, spaccato (Es.: iscartarau siasa!; vatti a schiantare!) (Segnalazione di Bifidus (dalla Romagna))

Iscattongiau: sballato (Es.: soe tottu iscattongiau..mes pigande sa muninca; sono tutto sballato..mi sta salendo la scimmia) (Segnalazione di puzzone)

Iscebbiddaddu: furbo. termine utilizzato come esclamazione (Es.:1) iscebbiddaddu tue!; 2) iscebbidaddu cussi' ti piazzi!. Trad. 1) pensi di essere furbo!; 2) furbo... cosi' ti piace!) (Segnalazione di Appleg)

Ischariadda di guglioni: energica grattata di palle - Es: cazzu piergiush......, gi` sei un'ora ischariendidi la borsa moonna di riguglioni, cazzz!!!!? - Trad: scusa ....oooh Murredda hai finito di grattarti lo scroto? (Segnalazione di donaggio)

Ischida su sonnu: svegliati (Segnalazione di okl)

Ischidu: riferito a chi dice fesserie prive di umor (Es.: 'Oisi pappai Manzotin?'. 'No ollu pappai ManzoWind!'. 'Ischidu!!!'; 'Gradisci Manzotin?'. 'No voglio ManzoWind'. 'Sei bambo!!!') (Segnalazione di Minchietta)

Ischixinadori: Posacenere. (es.: Oh ajò, arregga lu ischixinadori!!! trad.: Suvvia, passa il posacenere!!!) Ringraziamo trau setzidu per la segnalazione.

Ischizýddu: schiarito. (es.: bedda cianchetta ischizidda! - trad.: ma che giacca sbiadita che hai!) Grazie a paurotta.

Iscibi: leccio (Es.: chi mi segasa sa matta de iscibi deu ti sego sa conca; se mi tagli la pianta di leccio ti taglio la testa) (Segnalazione di dragone)

Iscìmpre: Scemo, imbecillone, cretino. (es.: Oh Pietro! Mi chi ses'iscimpre abberu, mi! ; Trad: Oh Pietro! Guarda che ti stai rendendo veramente ridicolo, guarda!) (Grazie a GiPpy)

Iscolzare: scorticare (Es.: iscolza cussa elveghe; scortica quella pecora) (Segnalazione di Haton)

Is corrusu : (lett.) le corna , in senso lato, esclamazione assai diffusa; quando, per esempio, cade qualcosa per terra o sbatte una porta facendo molto rumore, allora con tono deciso si esclama: 'Is Corrusu !' , con riferimento alle corna che quando sbattono fanno molto rumore. (Segnalazione di bubi )

Iscrau: Mammaluco. (es.: - "Deu olli sa mamma!" - "Sesi un iscrau spacciu" ; Trad.: - "Io voglio la mamma!" - "Sei un mammaluco sfacciato") (Segnalazione di ^DiO-LeCcIo^)

Isculzu: scalzo (Es.: como mi ne ogo sal bottasa e resto isculzu...; ora mi levo le scarpe e resto scalzo...) (Segnalazione di FrAnZ di Giave)

Ishhh: impone l'alt all'asino. (es.: ishhhh s' ainu ishhhhh - Trad: fermati asino fermati) (grazie a haton)

IsfogonÓi (a ýntru): Scopare. (Es.: EbbŔ compÓ, a bi sŔzzis isfogonŔnde? ; Trad.: Allora compare,  state scopando?) (Grazie a Jerry Caghetta)

Is ogus 'ndi torrisi: possano i tuoi occhi fuoriuscire dalle orbite (Es.: Bobbori: "BUURP (rutto)". Giginu ha due possibilita: 1) "Salute"; 2) "Is ogusu 'ndi torrisi") (Segnalazione di margiani)

Isprana custu bullone!: Rovina la filettatura di questo bullone! (es.: A ti lu isprano su bullone? ; Trad.: Te la rovino la filettatura del bullone?(frase metaforica significante il gesto sessuale di inserire il pene nell' organo di riproduzione femminile) ) (Segnalazione di masinu ) 

Ispedire: Ispedire a proso, ovvero possedere posteriormente una donna. Atto sessuale in cui l'Ariete sardo penetra brutalmente la sua ancella (Ringraziamo Cecceda)

Isperratroddios: lett. spacca scorregge; nella realta' rappresenta quella fetuccina che fa da sottoscroto nel costume sardo maschile (detto anche letranga o latranga) (Es.: cussu jighet s'isperratroddios trazende in terra; quello li' ha la correggia del costume talmente lunga che trascina per terra.) (Segnalazione di afferramiddachinzu Pattada)

Ispilloncada: Consumata, usurata. (es.: Oh Efisie... andàusu a coddai con sas puttanas? No Ignazie, porto sa minca tottu ispilloncada...! ; Trad.: Oh Efisio andiamo a fare l'amore con le puttane? No Ignazio ho il cazzo che oggi mi fa male...!) (Segnalazione di Peter Pan.)

Isprana custu bullone!: Rovina la filettatura di questo bullone! (es.: A ti lu isprano su bullone? ; Trad.: Te la rovino la filettatura del bullone?(frase metaforica significante il gesto sessuale di inserire il pene nell' organo di riproduzione femminile) ) (Segnalazione di masinu ) 

Ispruzza: liquido seminale, notoriamente appicicaticcio e gommoso. Es: Bai!Kando se benzende, dami una passada de ispruzza issa kara!!e pruitte miche'!Ka finzas s'oju kere sap parte sua! -Trad: Gavi!Quando stai venendo lanciami uno schizzo di spruzza in faccia!!e perche'Miche? PErche'anche l'occhio vuole la sua parte!!! (Segnalazione di Briccitteddu.)

IspuzziddÓs: Dicesi di persona tenuta in dispÓrte da tutti. (es.: A cussÓs 4 ispuzziddÓs no las cÓgada ne¨ne. ; Trad.: A quelle 4 esiliate non le caga nessuno.) (Ringraziamo Jarod per avercela segnalata.)

(s') Istampa è culu a passaggiu de sorighe: Il buco del culo largo come quello delle tane dei topi nei cartoni animati. (es.: Unu tròddiada e s'atteru li nàrada: "Mancari tenzasa s'istampa è culo apassaggiu è sorighe" traduzione-esempio: se uno scorreggia vicino ad un altra persona quello gli augura di avere il buco del luco perennemente largo come quello delle tane dei topi nei cartoni animati.) (Grazie a Iscanesu)

Isteddu: stella (Es.: si no mi lassas sos buttones in pasu ti fatto s'isteddu in mesu 'e okros; se non mi lasci le palle in pace ti faccio la stella in mezzo agli occhi. (Deriva dalla forma che lascia un colpo di pistola sparato a bruciapelo il classico "foro a stella")) (Segnalazione di Muskette)

Istialica: candela. (Es: mi ca ticche zacco nu'istialica a culu - Trad: quarda che ti ficco una candela in culo) Ringraziamo bejiitaper avercela segnalata

Is tiancinis: accidenti (Es.: asi cumprendiu? Is tiancinis!; hai capito? Accidenti!) (Segnalazione di faidi is cazzus tuus)

Istrale: ascia. Es: Gnazio: eeeetchium!!!! Bustianu: istrale (ti calede)! Gnazio: a chie mi cheret male...e a chie nono, si crepede! A cussÓs 4 ispuzziddÓs no las cÓgada ne¨ne ; Trad: Gnazio: eeeetchium!!!! Bustianu: ascia (che ti colpisca)! Gnazio: a chi mi odia e a chi no, che crepi!
Dialogo di persone che veramente si odiano oppure di amici burloni che scherzano tra loro .) (Ringraziamo
Pax di Gavoi per avercela segnalata.)

Istrempada: schiaffo, sberla (Es.: "O Peppe a dischisi ki sa pivella tua d'anta agattada cun Tore cuperrenno alla grande???". "Faulargiu!!!! Mi chi no isgommasa ti pigo a istrempadasa!!!"; "Oh Peppe ma lo sai che hanno trovato la tua ragazza amoreggiando con Tore???". "Bugiardo, vedi che se non sparisci ti prendo a sberle!!!") (Segnalazione di Antoneddu77)

Istrintu: stretto, costretto,costipato (Es.: "abbarra maurè...dai s'istaffa!". "nono cazzu, non faede, seo intrintu de cagare"; "aspetta ancora Mauro, c'è il giro della staffa!". "accidenti, mannaggia non posso devo assolutamente andare alla toilette") (Segnalazione di Tittinu e Sedilo)

Itellu: vitello. Es: conca e itellu - Trad: testa di vitello. (Ringraziamo galaffu)

Itta: cosa (non come sostantivo ma come locuzione interrogativa = "what" inglese) (es.: 1) Itta cÓzzu sesĺ faŔndi?; cosa cacchio stai facendo? 2) Naramý unu pÓgu ýtta ses fadŔndi! LÓssa stÓi s¨bitu su vespýnu mýu dosin¨nca ri sci˛ddu su xiorbŔddu! ; Trad.: Dimmi un po cosa stai facendo! Lascia stare il mio vespino altrimenti ti faccio scoppiare il cervello!) (es.: 3) Itta cazzu olisi? ; Trad: Che cazzo vuoi? (Ringraziamo Malloppo & Fada-Sarda per le segnalazioni)

Itt'a pappau?: Risposta da dare quando non si ha capito un tubo di ciò ke l'altra persona ci stà dicendo.. Lett.: cos'hai mangiato? (Es.: "Tengu su tasinanta chi mi stairi tasinantendi su cosu". "Itt'a pappau?"; "Ho un come si dice che mi stà come si dicendo la cosa". "Cos'hai mangiato?) (Segnalazione di facce culu)

Itte t'impensasa ?: cosa credi ?. (es.: Dom.: ' ma...samunada ti sese..?' Risp: . 'e llo itte t'impensasa!!!!' ; Trad.: domanda, con fare dubbioso: ' ma.. ti sei lavata..?' ; Risp: 'ma senz'altro.. Che pensi?' , ' l'olezzo che avverti non è dovuto a me, bensì ai tuoi effluvi marinosi..' ) (Segnalazione di marc&patri )

(It) 'ta ca ???: non si tratta di un isola greca ma della contrazione di una nota imprecazione (vedi subito sotto) (ringraziamo libre)

(It) 'ta kàzzu Ŕ???: Cosa c'Ŕ? Cosa vuoi? (es.:"'ta cazzu Ŕ?? Itta se castiendi"- Trad: "Cosa vuoi? Cosa stai guardando?") (ringraziamo Stewe)

Itta parridi?: "che cosa sembra?". Tipica espressione utilizzata a Pauli Arbarei con cui sono soliti salutarsi i numerosi pastori del piccolo villaggio. (ringraziamo la troia)

Ittasinanta: Come si diceva? (es.: Appu býu unu pilloni che parrýada unu mammifero, fiada tottu...unu ittasinanta;  Ho visto un gabbiano in acqua che era tutto...tutto...come si dice?) Grazie a Giorgio

(Maria!) Itte atore : che bel ragazzo. Gergo tipico di ragazza pesata di Ittiri (es: AbbÓ cussu piseddu : Mariaa ite atore !! - trad: Guarda quel giovine : Maria che bel fanciullo!). Grazie a Bodde

 

VUOI AGGIUNGERE UNA VOCE?

 

TORNA INDIETRO