VUOI AGGIUNGERE UNA VOCE?

 

-Z-

 

Zabola: sigaretta (Es.: "Mariu mi da cumbidasa una zabola?". "Mancu chi mi faisi u pompinu!"; "Mario me la offri una sigaretta?". "Neanche se mi fai un pompino!") (Segnalazione di paletta)

Zaccaddi unu croppu: dagli un colpo (Es: ma Marieddu no adessi fendi troppu su scimpru? Zaccaddi unu croppu de scova a conca e bisi cummenti si calmada- Trad: ma Mario non starà facendo troppo lo scemo? Dagli un colpo di scopa in testa e vedi come si calma) (Segnalazione di Paolosestu)

ZÓcca zÓcca su piscionŔ: Picchia picchia il polpaccio. Variante dell'antico gioco Cagliaritano "Pr˛ntus cuÓddus prontus". Grazie a Viras Luorna

Zaccaddoso: sporco, lercio (Es.: (gallurese) "fijula kissa cu la cara nieddha e li pili zacaddosi!! mi faci lu schifffffu..ma la mani no si la pò sciuccà kissa cara di melda??!"; "guarda quella con la faccia nera e i capelli pudidi..mi fa schifo!..ma la mattina non se la può lavare quella faccia d merda??!!") (Segnalazione di BuBott3lfin4)

Zaccadi sa boètta: Bastonati l'uccello. (es.: Ma poitta invecisi de segai su culu non ti zaccasa sa boetta?!; trad: Perchè invece di rompere le scatole non ti bastoni l'uccello?!) (Ringraziamo Budrione per la segnalazione)

Zaccamì sa faccia in cu': Urtami la faccia sul mio deretano. (es: Tra sfidanti: Sessi un arrogu de merda scallara! Zaccami sa facci in cu! Gagau burdu! - Trad: Sei un pezzo di sterco liquido! Urtami la faccia sul mio deretano! Sporco di sterco figlio di non so chi!) (Ringraziamo Azz De Bosco per la segnalazione)

Zaccamì strada: vattene (Es.: cun chi ti creisi di essi, tocca zaccamì strada; ma con chi ti credi di essere, vattene) (Segnalazione di paolo)

ZÓccas'aberu: Dicesi di persona veramente in gamba. (Es.: D: -  E cÓntas' pizzocas t'as coddÓu??? R:  - DŔghe o ¨ndighi, c˛mmo non m'arreg˛do!!! D: - Tando... zaccas'aberu ehh!!! ; Trad: D: - Quante pulzelle sei riuscito a far cadere nella tua trappola ai fini di un congiungimento carnale??? R: -  Dieci o undici, in questo momento non ricordo. D: - Allora... zaccas' aberu!!!) (Grazie a Puddincu.)

Zaccare: picchiare, ma anche rubare, togliere, mettere; a seconda del luogo. (es.: a) ti zaccu unu bucciconi a facci! b)E pogu Ú maccu, l'aggiu zaccaddu lu gannoni; c) Zacca li mani dallu turroni! d) Zaccatelo in culo! - trad: a)ti sferzo un forte pugno in piena faccia! b) ma quanto Ú sprovveduto, gli ho rubato lo spinello! c) Togli le mani dal torrone; non to permettere! d) Mettitelo in culo (sentito a Oxford)) (ringraziamo Artificier Ragno per l'esempio a) e Andre per gli esempi b),c) e d))

Zaccarrai: Masticare alimenti duri (Es.: no ddu potzu zaccarrai, esti troppu tostau; non posso masticarlo, è troppo duro) (Segnalazione di luighittu)

Zaccarrosu: Masticabile (Es.: ossu zaccarrosu ca si podidi mazziai; la cartilagine attaccata all'osso che si può masticare) (Segnalazione di luighittu)

Zaccastrad˛ni (o Zaccastrada): Vattene via a gambe levate! (es.: Pauli.  Issu a issa: - "Oh scioscio, ci bŔnnisi a su Kappa? Issa: - "Tocca, zaccastrad˛ni ma currŔndi p¨ru! ; Trad.: Monserrato.  Lui a lei: - Gentil donzella (...), verresti con me al Kappa 2 (famosa discoteca asseminese in voga negli anni 80-90). Lei: - Ors¨, vattene di gran carriera!!!) (Ringraziamo Atlas.)

Zaccau: sballato, pesto, arrabiato. Es1: seu zaccau cummenti u'ipopotamu; Trad1: sono sballato come un ippopotamo - Es2: Ma itta te suzzediu chi sesi tottu su mengianu zaccau? - Trad: ma ti è accaduto qualcosa? Sei tutto la mattina scontroso e arrabiato. (Segnalzione di Cili e Ivaz)

ZÓcchĺe p˛ni: gioco comunemente conosciuto come ôlo schiaffo del soldatoö, ma mai eseguito a mani nude. Preferibilmente si utilizzano mazze da baseball e burdok: lĺantifurto con le palle

Zacchendimì de sa fàmmini: Spaccandomi dalla fame. (es.: E giài mesudì, pitticca sa fammini, zacchendimi de sa fammini ohh... ; Trad.: E' gia' mezzogiorno, piccolina la fame, spaccandomi dalla fame ohh...) (Grazie a Pinisceddu)

(A) Zappare siada: letteralmente "a zappare sia", ma usato per dire "ammattito" (Spiegazione: una die baiada duoso piseddoso gioghende cun su zappu e ischelzende ischelzende unu a rezzidu su zappu a conca e bel restadu maccu ; Trad: un giorno c erano due ragazzini giocando con la zappa e scherzando scherzando uno dei due a preso la zappa in testa ed Ŕ restato matto ) (Segnalazione di Zappatore)

Zappu cagau: straccio sporco (oggetto di poco conto) (Es.: t'adi trattau cummenti unu zappu cagau; ti ha trattato come uno straccio sporco di cacca) (Segnalazione di Gippio)

Zappulada: Caduta, capitombolo. (es.: Currendi cummenti unu makku ci appu cravau na zappulada a facci in terra chi mi seu tottu istruppiau - Trad: Stavo correndo come uno scemo quando sono caduto a faccia in terra facendomi molto male ) (grazie a Prohu)

Zapuzzo: malpreso (Es.: mmh la cussu zapuzzu; mmh guarda quel malpreso) (Segnalazione di jadina)

Zara: Giustizia (es. 1: Zara da bruxiri! ; trad.: Che la giustizia ti bruci! - es. 2: Zara di coddiri! ; trad.: Che la giustizia ti violenti!) (Grazie a zelldith)

Zaracca o Zeracca: Donna delle pulizie. (es: 1) Anto, pozzu benni a drumiri a dommu tua? No Fede, a dommu mia cesti sa zaracca chi segara is callonis a mamma chi pottu calincuna a dommu! 2) Mi Emma, castiammi custa! Oh zaracca! Trad: 1) Antonio, posso venire a dormire a casa tua? No Federica, a casa mia c'e' la donna delle pulizie che rompe le scatole a mia madre se porto qualcuna a casa! 2) (in senso dispregiativo) Arrestati e guarda Emmanuele, guarda questa! Oh donna delle pulizie! ) (ringraziamo Scream)

ZarfognÓi: Fare all'amore, fare del sesso (es.: B˛lisi ZarfognÓi cun mŔi? ; Vuoi fare all'amore con me?!) (Ringraziamo Manking2000 per la segnalazione.)

Zazzoi: Fumo, hashish Es: oh massi, itta ti paridi custu zazzoi? Non ballidi a logu! - Trad: oh massi, qual'h la tua opinione in merito a questo fumo? non vale niente!(Ringraziamo fionica per la segnalazione)

Ze'a: che schifo (Es.: -minci seu pappau unu prattu de trimuliggioni ca tenia fammini! -ihhhh ze'a ze'a!!!!; -ho mangiato un piatto di esche vive dato che avevo fame! -ihhhh che schifo!) (Segnalazione di Schirriscedda)

ZŔbbia: scoglionato, troppo fumato, privo di reazione dopo troppi spinelli. Es: ""ma poetta non kistionasa, giramý custu spinellu!"-no, non di dengiu gana, non ci da fazzu!!- "ma lÓ ka sesi propriu ua zebbia eh!!!" trad: "ma x chŔ non parli?, girami questo spinello!" - no, non ne ho voglia, non ce la faccio!!- "ma la ke sei troppo fumato!!!" (Segnalazione di Unkus.)

ZŔgu: Scemo, tonto, irrecuperabile. (es.: SŔsi imbriÓgu zŔgu! ; Trad.: Sei ubriaco fradicio!) (Segnalazione di Rox)

Zeo: pron. sing. Io (in nulese) (Es.: "Chie fizzis in s'ispuntinu?". "Zeo, compare zeo e zeo puru"; "Chi c'era allo spuntino?". "C'ero io, compare io, e anch'io") (Segnalazione di goceano)

ZerÓcca (o ZerrÓcca o Zega): Parola che originariamente designava la donna delle pulizie. Passata, in seguito,  ad indicare una ragazza o signora pettegola o di modi rudi e volgari. (es.: CarÓndi a bÓsciu e nÓra a c¨ssa grÓndu zerÓcca de d'accabbÓi cun is grýrusu!!! ; Trad.: Per cortesia, potresti scendere gi¨ e chiedere cortesemente a quella signorina se Ŕ possibile smettere di gridare?) (Segnalazione di Zio_nchello.)

Zerbia: Serva, donna rozza (Es.: custa zerbia mi stari boccendi s'origasa, boghendi zerriusu a tottu bogai!; questa fanciulla di bassa lega mi sta offendendo l'udito, cacofonando a tutto cacofonare) (Segnalazione di Scallapappu)

Zero: che palle! (es: "ayo da nonna!" - "zer0" - trad: "vieni con mammina a trovare la nonna?" - "zitta e succhiia") (Grazie a Boxgod by Posada per la segnalazione)

Zerraggu: Grezzo. (es.: Abbaidda kantu è zerraggu Gianni A., kandu si poni a una rodda in viale Italia! ; Trad.: Guarda quanto è grezzo Gianni A., quando impenna in viale Italia!!!) (Segnalazione di FrascaMan)

Zi: suono onomatopeico che sta ad indicare la voracitÓ di una persona, o anche il suo impassibile aplomb. Es: LÓ Efisio, s'esti pappau 'nu procceddu...mancu Zý d'a fattu !! Trad: Guarda Efisio, si Ŕ mangiato un maialino in un lampo, come se niente fosse) (Grazie a Pistirrinkeddu per la segnalazione)

Zzia rua: la sorella di tua madre, assai diffuso come epiteto (es: a domanda non gradita o impertinente,si risponde fra i denti.... 'zziarua' Trad: magari la sorella di tua madre, mio caro amico ) (Grazie a pille.)

Ziamine: Persona con tendenze omosessuali, oggetto di una canzone. Prime strofe della canzone del mitico De AndrÚ: All'ombra dell'ultimo sole , s'era assopito un disegnatore , aveva un buco largo e nero lo chiamavano ZIAMINERO.....e disse al padre ho preso 30 , ho fame e voglio la merenda , e disse al padre son il migliore mi han sfondato il cagatore! ...... e vennero in sella 2 algerini, con la minca come equini e chiesero  se nel sentiero fosse passato ZIAMINERO nanannana nannana... (es.: LÓ c¨ssu Ziamine!!! ; Trad.: Guarda quel fr˛cio!!!) (Segnalazione di No_Ziamine)

Zibbaru: carabiniere (Es.: istae attentoso ca sunti arribbandoso i zibbaroso; state attenti che stanno arrivando i carabinieri) (Segnalazione di faina65)

Zibbia tonta: organo maschile poco intelligente. (es.: Ciccittu, ti sesi fattu frigai de gussa troia de Peppinedda, sesi propriu una zibbia tonta! - Trad: Francesco, ti sei fatto fregare da quella poco di buono di Giusy, sei proprio un organo maschile poco intelligente! ) (grazie testine!)

Zicca: sigaretta. (Es: oh pippande sese, ponecche sa zicca in culu e' su cane! - Trad: oh stai fumando, infilaci la sigaretta in culo al cane!) (grazie Pilliculosu!)

Zicchette: acquavite (Es.: 'ettacche unu zicchette!; versami un bicchierino di acquavite!) (Segnalazione di Zicchette90)

ZigÓnte: Noto proprietario del bar sito in Piazza Sella ad Iglesias ( es.: Ai˛ ca si buffausu una birrixedda! And'Ŕ Zigante! ; Andiamo a bere una birra da Zigante) (Grazie a Franchio)

Ziddýcca: cispa (es.: a su mengianu pottu ziddýccasa in is ogusu chi pÓrinti braghŔttasa; alla mattina ho una quantitÓ di cispa negli occhi che assomiglia ad una chiusura a lampo)

Zilighetae: lucertolare, stare al sole (Es.: fio zilighetando in mare et mi seo tottu abrujau; stavo lucertolando in spiaggia e mi sono arrostito) (Segnalazione di pretinu)

ZillŔri: Betola (es.: Ajo a lu zilleri di ziu Marcu e zia Maria in via Turritana!!! ; Andiamo nella bettola di zio Scemo e zia Maria!!!) Grazie a Godzilla & Maciste.

Zýlu fŔmu unu trumb˛ni?: Ce la facciamo una canna? (es.: Ajo Albe, zýlu fŔmu unu trumb˛ni? ; Trad.: DÓi Alberto, ci facciamo una canna?) (Grazie a FPZ'82.)

Zimbòina : Cupola della chiesa. Es. "A vi la fai a pigliatti la Zimbonia?". Ce la fai a prenderti anche la cupola della cattedrale? Si dice a persona talmente egoista quando cerca di accapparrarsi pi¨ di quanto potrebbe. Oppure "Mi sei fendi lu cabu cumenti la zimbonia" : Mi stai facendo la testa come la cupola. Si dice a chi parla troppo (ringaziamo Mare per la segnalazione)

ZiminÓta (o ZiminÓdda): Grande mangiata di cannacuru (o zimino che sono la stessa cosa), cena a base di frattaglie. Di solito la si fa tra numerosi amici e si accompagna il cibo a grandi quantitÓ di vino (meglio se di proprietario) in modo tale da prendersi una solenne "imbriaghera" (es.: Ista n˛tti zi fŔmmu la ziminÓdda cu lu vinu e la ghitŔrra! ; Trad.: Stanotte si cena con il vino e la chitarra!) (Grazie a Mare & Cicci.)

Zini: ricci (Es.: 'Oè masciu cusa sei fendi?'. 'Sogu andendi a Capucchia du purpu a fa'zini!'; 'Ciao, che stai facendo?'. 'Mi sto recando nella localita'di Testa del polpo a prendere ricci di mare!') (Segnalazione di Fulminello)

Zýnna : Seno ( Debora teniri sa zinna manna . trad: Debora ha il seno grande!) Grazie a Corra per la segnalazione.

Zýnzulas (o Sýnzu): zanzare carnivore notturne della Sardegna. Vivono negli stagni e si spostano in formazioni da 30. Hanno la scritta polizia nel lato destro e pesano dai 3 ai 5 chili. Si alzano in volo alle 7 del pomeriggio e rapiscono i passanti delle vie poco trafficate, posandoli il giorno dopo nel proprio letto. Al mattino tornano verso lo stagno cantando un motivo goliardico con cori alpini a 6 voci. Variante tecnologica : e'un'avveniristica zanzara che vive rintanata nell'interruttore della vostra abat-jour. Appena spegnete la luce, zzzzz!, Vi ha giÓ morso. (Es.: serra su barcone chi ch'intrana sas ZINZULASA!!!!; chiudi la finestra che entrano le zanzare) (Esempio di tiu76)

Zippula: zippola, zeppola. Quest'espressione viene anche usata per indicare l'organo genitale maschile, giocando con l'assonanza tra la "zip" dei pantaloni e la zippula, il dolce carnascialesco che vista la forma a corda, può avere una certa somiglianza con un "pacco". (es: "Cehhh seu squartarendumì sa zippula!!! Mo n'ci kravvu una pisciada a tipu pompiere!" - trad: "Caspita, la patta dei miei pantaloni sta esplodendo!!! Dovrò necessariamente mingere con intensità pari a quella di un idrante in uso ai Vigili del Fuoco!") (ringraziamo Stefx PBK)

Zira: negazione. (es: o nenno, ma mi passasa su porru? risposta: zira! - trad.: O Nino, ma mi passi la canna? No.

Zira (o Tzira): corrispondente del dito medio, anche pene. (es: zira bella o zira bella cun piu; zira bella con nutella, zira bella con prisucci. - trad.: pene con il cuore, con pelo, con nutella o con piselli. ) Grazie ad Ale per l'esempio visionario.

Zirkoni: spinello di hashish o marijuana (es: "Unu zirkoni a sà dì... e non ci penzu prusu" - trad: "Una canna al giorno e non ci penso più!" Il termine, usato dai giovani cagliaritani 'in erba' fa riferimento alla famosa pietra preziosa... Ma qui è usato per indicare la famosa pianta preziosa!) (ringraziamo Zirkoman)

Ziricheltu: lucertola (Es.: "...e m'hai laccatu monti, mùccju e zirichelti" (F. De Andrè, "Zirichiltaggia", 1978); ...e mi hai lasciato pietre, cisto e lucertole) (Segnalazione di Dario De Seppo)

Zirighinnando: leccando. (es.: semus zirighinnando su zeladu ; Trad.: stiamo leccando il gelato ) (Segnalazione di Cappeddu)

Zirille: membro di maiale (Es.: su procu nda bogau su zirille; il maiale ha tirato fuori il membro) (Segnalazione di chicco)

Zirinzon'e muru: geco (Es.: cess, là, c'esti unu zirinzon'e muru, boli nai chi esti accant'a proi!; gesù, guarda, c'è un gecco, vuol dire che sta per piovere!) (Segnalazione di Ballittu81)

Ziri ziri: far desiderare (Es.: accabbadda de mi fai su ziri ziri...; smettila di farmi desiderare...) (Segnalazione di Puffetta)

Zirogna: specie di frusta fatta con nervo di pene di cavallo (Es.: mindi seu scirau chi du tenemmu commenti na zirogna; mi sono svegliato e ce lo avevo una zirogna) (Segnalazione di Codda Fratello Orso)

Zýummario-Zýamaria : Persona Anziana (es.: CÓstia c¨stu Ziomario in mesu a sa ruga. StÓri andendi a tresi all'ora. Spostarý ; Guarda quell'omino in mezzo alla strada. Sta andando a tre all'ora. E spostati!!!) (Ringraziamo Uribe)

Zizzigorru: lumaca (Es.: ci d'ari posta aintru su roppi commenti nu zizzigorru; l'ha messa dentro alla figa come una lumaca) (Segnalazione di Codda Fratello Orso)

Zizzimurreddu / Zizzimurruddu: Pipistrello (termine utilizzato a Uta), mammifero volante dimorante ove non batte il sole, per estensione anche organo genitale maschile, anch'esso cieco ma non indifferente a ciò che lo circonda. Vedi anche Tintirriolupedde. (es.: Appu bobàu u zizzimurreddu appizzu de u mantabaffu! ; Trad: Ho tirato un pipistrello sopra un materasso!; es2: lassammi su zizzimurreddu in paxi! ; Trad2.: lasciami in pace il mammifero volante dimorante nella mia mutanda, non ti sopporto più! ) (Grazie a La scimmia e a pippo per la precisazione circa gli altri possibili significati del termine e la pronuncia alternativa)

Zizziringoni: verme di terra, di quelli da 20 cm che si trovano in campagna. (es.: ariseu fia marrendi,e appu agattau unu zizziringoi scetti stobau - trad.: ieri stavo zappando, e ho trovato un verme esageratamente grande) (ringraziamo spriqua per la segnalazione)

Zizzola: sigaretta (Es.: boca una zizzola; dammi una sigaretta) (Segnalazione di Nugoresu)

Zri: micio, gatto domestico (in certe zone della sardegna) Es: O zri, bessiminci de sa coxina! Nun t'asa bolli pappai su pisci de sa meri cosa tua! - TRAD: O caro gattino, esci dalla mia cucina! non ti vorrai mangiare il pesce della tua padrona! (Segnalazione di Accaghinau Perdiu!)

Zobiga: col cazzo. (Es.: Oh schillellŔ lassamý dus eurusu po sa birra...ahi˛ - risposta: Zobiga! Bai a traballai, chi via marrendi finzasa immui! - Trad: Oh giovane, lasciami due euro per la birretta... dai! - risp: Col cazzo! Vai a lavorare, che stavo zappando fino ad adesso! ) (Ringraziamo alemanzo per la segnalazione)

Zobbia: organo genitale del cinghiale maschio. (Es.: ma poitta zobbia non ti du parcheggiasa in casinu cussu bassinu??!!; ma per tutti i membri dei maschi di cinghiale, perchÚ non parcheggi altrove la tua utilitaria??!!) (Ringraziamo grankio per la segnalazione)

Zoccadu: esploso (Es.: oe so zoccadu....; oggi sono esploso...) (Segnalazione di FrAnZ di Giave)

(Non ti) Zòcchese: non creparti! (es: mý non ti zocchese mý! Trad: attenzione a non creparti!) (grazie a lastregaditonyblair)

(Su) Zoccu crasa su tocchu e s'imbarigadu s'interru: scoppia, domani il funerale e dopo domani ti mettano in cimitero (Segnalazione di porcheddu)

Zoi: gatto, ma anche verga, pene, organo sessuale maschile (Es.: 1) Oh zoi, bessiminci de sa coxia! no ti asta a'bolli papai su pisci de sa meri cosa tua?; oh caro gattino, esci subito dalla cucina! non ti vorrai mangiare il pesce della tua padrona? 2) e ite no tes aer gana 'e zoi no?; non avrai mica voglia di verga?) ( Grazie a Cira e afferramiddachinzu Pattada per la segnalaizone)

Zolfa: grana, soldi (Es.: bogandi sa zolfa; tira fuori la grana) (Segnalazione di Babaloti)

Zonca: priva di senno; poco accorta; insignificante; riluttante; trasandata. (es: Oooh Maicol zerriamý cussa zonca e sorri tua chi da deppu chistionai in is ogusu! - trad: Michele, potresti chiamare quella poco accorta di tua sorella, in quanto avrei bisogno di conferire con lei?) ( ringraziamo antoniccu per la segnalazione)

Zonchinu: stupido, o meglio imbecille. (es.: Oh bÓ, a l'ischisi chi sa luna de Roma es precisa a cussa de idda? gia ses pagu ZONCHINU fizzu me!!! - Hei babbo, lo sai che la luna di Roma Ŕ uguale a quella del nostro paese? Quanto sei imbecille figlio mio!!! ) (ringraziamo Gavineddu Mazzone Learch)

Zorro o zorrone: vagina. Termine utilizzato dalle signire anziane per nominare non volgarmente il loro apparato genitale (Es: eh dedde, commo non ti potto cumbidare ca deppo andare a mi lavare a zorzi ! - Trad: eh ragazzl', adesso non ti posso invitare che devo andare a lavarmi la vagina) Grazie a bejiita

Zorzi: "canna" o "cannone". (es: o nenno benni cu mei ca si cumbiru un bellu zorroni! - Trad: ei ragazzo vieno con me affinchè ti possa offrire una bella canna assortita) (grazie a hazard)

Zrueccu: ascella (Es.: arrabiu !!!ma eitta fragu de zrueccu pudexiu in cesti innoi??; caspita!!! ma che odore di ascella puzzolente c'e'qua'?????) (Segnalazione di tittiscedda)

ZtŔgu: Stupido (es.: Non sýasta ztegu! ; Non essere stupido, per favore!) Ringraziamo Itria

'Zu Bo': che cazzo vuoi?! Abbreviazione in gergo popolare per rispondere a richiami... (es.: "Oh Toooninoooooo!!!!Aggiurami'...'Zu bo'???!!! ; Trad.: "Orsù Tonino! Dammi una mano... Che cazzo vuoi???!!!") (Segnalazione di Zieddu)

Zubbu: abitante di Ittiri, usato in modo offensivo dai vicini di paese - Es: ma cagliadi sa muda bruttu zubbu! Trad: ma stai zitto o abitante di Ittiri [gli abitanti di Ittiri sono invitati a difendersi mandandoci le loro offese ai paesi limitrofi, ne saremo felici!](Segnalazione di cicciu piaghesu)

Zucculitu: Singhiozzo. (es.: ti dongu una passada de pillona E ti vazzu Benni su zucculitu - trad.: Ti do una passata di "verga" e ti faccio venire il singhiozzo) (ringraziamo IL PROFETA per la segnalazione)

Z¨ddasa: peli irti come setole di porco (pensate alle spine di un fico dĺIndia) (es.: appu biu Katiuscia a su Poettu, tenýanra is c˛sciasa chi parýanta figu morisca; ho visto Katiuscia al Poetto (il lido di Cagliari) ed ho notato che ha le coscie che assomigliano ad un fico dĺIndia)

Z¨gata: grosso colpo a "su zugu" (il collo) Es: la che ti do una 'zzugata e te la faccio passare sa gana 'e pigai po cullu! Trad: guarda che ti do uno schiaffone sul collo e ti smorzo la voglia di babbiare il prossimo! (grazie a Sbertirore per il contributo)

Zughere: avere "sessualmente" (es.: aj˛ a Olbia a zughere! ; Trad.: Andiamo a Olbia a trombare! ) (Segnalazione di pirro )

Z¨gu Cr¨zzu: Collo Corto. Appellativo che identifica gli abitanti di Collinas. (es.: C¨ssu Ŕsti unu z¨gu cr¨zzu ; Trad. E' uno che ha il collo corto.) (Grazie a Sa Trotta.)

Z¨gh'e spiÓggia: termine indicante il taglio dei capelli con la sfumatura alta - La presa in giro si accompagna in genere ad uno schiaffone sul collo spazioso, al grido di: né, zugh'e spiaggia! (Seme ci riporta alla nostra capigliatura di quando eravamo piccoli... Ivaz ci ricorda le zugate di quando eravamo piccoli)

Zumbar' e trenu: incidente ferroviario. (es.: oh tziu accabamidda de mollai molfa a tipu zumbara e trenu - trad.: oh zietto smettila di sganciare scorregge (rumorose) quanto un'incidente ferroviario! -il piu' delle volte è l'artefice stesso ad esclamare "zumbar'e trenu" dopo un boato di cui si compiace) (ringraziamo 3bia per la segnalazione)

Zummia: Corri (Es.: Incummenza a zummiari!!!; Incomincia a correre) (Segnalazione di Mau97)

Zunnu: figa. (es: grattami lu zunnu, ponimilla illu zunnu - trad: grattami la figa , mettimelo nella figa!) (grazie a givana)

Zunnu di capra ecchja rugghinosu: figa di donna vecchia con la ruggine. Si usa generalmente per definire la figa di una donna vecchia (Segnalazione di micetta)

Zurpu: cieco (Es.: cess già sesi pagu zurpu; mii già sei poco cieco) (Segnalazione di k4rb0)

Zurrundeddu: gergale cagliaritano per il pipistrello. E' anche il famoso cane dell'eroe a fumetti Fisietto, il simpatico animale è infatti tutt'altro che bello, ma ha l'impareggiabile pregio di pensare unicamente in casteddaio. Es.: gi ses pagu loffiu! Chi t'accattu a su notti ses peusu de unu zurrundeddu! Trad: Mio Dio come sei brutto! Ad incontrarti la notte devi essere più inquietante di un pipistrello! (Vedere anche Ratta Pignatta e Sitzimurreddu) (Segnalazione di Artificier Ivaz)

Zuzzala: ciucciala. Solitamente usato per districarsi da un discorso senza capo nè coda, o anche come invito alla fellatio(Es.: itte cazzu cheres? zuzzala; prova a mi la zuzzare; zuzzami su culu malelavau; fache una cosa... zuzzala; cosa cazzo vuoi? Ciucciala (è sottindeso che si parla del membro maschile); prova a la ciucciare; ciucciami il culo sporco; fai una cosa ...ciucciala.) (Segnalazione di colletta in part e cresia)

Zuzze: Pollo, sprovveduto. Es: R'anti frigau sesi unu zuzze! TRAD: ti sei fatto fregare, se un pollo! (ringraziamo beoni dorgalesiper la segnalazione)

Zuzzigare: Ubriacarsi o fumare canne. (es.: Custu notte leammoso unu pagu e zuzzigo! Trad.: Questa notte "prendiamo" da bere/da fumare ) (ringraziamo Dave per la segnalazione)

 

IL CODDABOLARIO E' STATO REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON

CODDA - COLA

LA BEVANDA DEGLI SPORTIVI!

 

VUOI AGGIUNGERE UNA VOCE?

 

TORNA INDIETRO